fbpx

I Mudra

Le Posizioni delle Mani

I Mudra sono gesti delle mani, utilizzati durante le Asana, o all’interno delle tecniche di concentrazione e meditazione, per rinforzarne l’effetto e purificare corpo e mente favorendo il naturale fluire della forza vitale nel corpo.

Già nell’antichità questi preziosi strumenti energetici hanno accompagnato non solo le pratiche Yoga, ma anche le danze indiane e alcune arti marziali orientali.

La potenza di queste tecniche le rendono però utilizzabili anche da sole: infatti i Mudra possono essere eseguiti in qualsiasi momento della giornata, seduti o camminando, per attivare energie sopite o favorirne la circolazione.

Portare le dita ad unirsi o a toccare le diverse parti delle mani permette di attivare i numerosissimi canali energetici presenti nelle mani e comunicanti con tutto il corpo. I Mudra sono pulsanti di accensione/spegnimento che permettono di fare fluire al meglio energia già presenti ma spesso bloccate.

Sono strumenti molto potenti e, se ripetuti anche solo per pochi minuti più volte al giorno, danno risultati veloci e intensi.

Ecco i principali benefici dei Mudra:

  • aiutano a ritrovare benessere fisico e mentale
  • supportano equilibrio e tranquillità
  • ricaricano le riserve di energia
  • sono utili nel favorire la prevenzione e la cura di molte malattie
  • stimolano le trasformazioni interiori
  • favoriscono il superamento dei disturbi emotivi

Esistono Mudra per ogni esigenza: per la schiena, per le allegie, contro ansia e stress, per contrastare la stanchezza o l’iperattività, per favorire il sonno, per ritrovare il giusto giudizio, per aiutare i giovani nello studio o anche per promuovere stabilità e radicamento nella donna….

Come le Asana, anche i Mudra sono moltissimi e il loro potenziale è davvero infinito perché si possono associare più Mudra, uno per mano, o ancora creare sequenze di Mudra per potenziarne l’effetto.

Nei percorsi di gruppo AmaYoga, alle Asana sono sempre associati anche i Mudra, scelti in base alla stagione, al momento della giornata o dell’effetto che la pratica dovrà favorire. La sequenza acquista così una maggior potenza e penetra in profondità tra i canali energetici del praticante.

Il più prezioso aiuto viene però dall’utilizzo dei Mudra nei percorsi individuali: la praticante sarà infatti guidata a riscoprire i gesti delle mani che più si adattano alla sua costituzione, fisica ed energetica e agli obiettivi che vuole raggiungere, per potenziare al massimo la pratica e ritrovare la massima espressione del proprio sé nel particolare momento della sua vita.

CIN MUDRA: scopriamo insieme uno dei Mudra più famosi e più utilizzati nelle pratiche Yoga

Nel post dedicato alla posizione della Grande Dea (per leggerlo clicca qui), il Mudra presentato è proprio Chin Mudra, il Mudra della Conoscenza, molto adatto a favorire il contatto con il Sé interiore. 

Cin Mudra promuove la calma e l’introspezione e genera armonia, pace e comunione con il tutto. Per questo è uno dei principali gesti che accompagnano le pratiche meditative.

Come eseguirlo durante un’Asana:

  • apri i palmi delle mani e rivolgili verso il cielo
  • unisci pollice ed indice della stessa mano creando un cerchio
  • lascia rilassate e stese le altre dita
  • mantieni la forma per gli stessi respiri dell’Asana
  • poi rilasciala e rimani in ascolto per qualche istante

Per continuare a leggere gli approfondimenti sullo Yoga iscriviti alla newsletter, e ricevi ogni settimana gli articoli del blog AmaYoga Life.

Namastè 🙏🏻
Marcella 😊

iscriviti alla newsletter

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

FacebookInstagram