fbpx

Il cibo degli dei – Superfood dello Yoga

Il cibo degli dei, il superfood dello Yoga

Già indicato negli antichi testi vedici come “il cibo degli dei“, oggi ti voglio parlare di questo superfood dello Yoga.

La tua alimentazione è sicuramente una parte fondamentale del tuo stile di vita e ciò che mangi ha un impatto anche sui benefici che puoi avere dalla pratica dello Yoga e ne favorisce il progresso.

Forse pensi che mangiare meglio richiede sforzi enormi e grandi rinunce e le informazioni a cui è possibile accedere oggi sono tante e a volte contraddittorie, ed è facile rimanere confusi e, nell’imbarazzo della scelta delle moltissime cose da fare, puoi finire per non fare proprio nulla. Non è così, anche nelle abitudini alimentari basta partire da piccoli passi e il cammino inizierà facilmente.

In questo articolo non ti parlerò di alimentazione in generale, né di cosa consiglia lo Yoga su questo argomento. Ti voglio invece parlare di un alimento in particolare, con tantissime proprietà positive, ma soprattutto, a mio avviso, davvero indispensabile per chi pratica Yoga.

Ti è mai capitato di avvertire rigidità e dolori alle ossa? Di sentire le tue articolazioni scricchiolare o di avvertire una sensazione di difficoltà nell’eseguire i movimenti in maniera fluida e continua?

Alcune persone in particolare, per costituzione fisica ed energetica o età ne sono più soggette, ma anche la stagione può avere una influenza importante su questo tipo di disagi più o meno marcati.

Purtoppo, se prolungati nel tempo, questi malesseri non possono che peggiorare fino ad arrivare a forme di artrite, artrosi e reumatismi.

Lo Yoga in generale è molto adatto a prevenire e rallentare tali patologie, te ne ho già parlato in questo articolo: Yoga e articolazioni forti e flessibili.

L‘Ayurveda però ci viene in aiuto anche con un alimento, che lavorando dall’interno lubrifica e nutre il corpo su più livelli.

Questo alimento, chiamato anche “il cibo degli dei”, è anche molto indicato per chi si esercita spesso e per molto tempo a livello fisico, perché il corpo ha bisogno di essere nutrito e reso morbido e fluido per eseguire le posizioni in maniera dolce, continua e armoniosa.

il cibo degli dei


Prima di parlarti di questo alimento, voglio dirti che "il cibo degli dei" ha anche molte altre benefiche proprietà...

Questo alimento, di cui ti parlerò tra pochissimo, ha inoltre tantissime altre proprietà benefiche: 

🎯 aumenta il fuoco digestivo, ovvero la capacità di assimilare, bruciare e digerire gli alimenti sia fisici che mentali.

🎯 promuove una miglior disintossicazione dell’organismo e favorisce l’instaurarsi di una migliore flora batterica

🎯 lubrifica e rende morbido il corpo aumentandone il vigore, la forza e l’energia.

🎯 protegge le giunture

🎯 è utilizzato per via esterna sulla pelle per renderla morbida e nei massaggi dei bambini. Utile in caso di bruciature, scottature e dermatiti.

🎯 a livello sottile, degli elementi, nutre il sistema nervoso donando calma e chiarezza. Riduce gli squilibri di vata-dosha.

Se inserito nella tua alimentazione quotidiana questo alimento porterà tantissimi benefici al corpo e alla mente. 


A questo punto forse avrai capito....
il "cibo degli dei" è il GHEE!

Inserito tra quelli che vengono definiti grassi buoni, il ghee è purtoppo ancora poco conosciuto.

Detto anche burro chiarificato, è un derivato del latte e si ottiene da una particolare procedimento partendo dal burro, ma può essere utilizzato anche da chi è intollerante al lattosio perché è NATURALEMENTE PRIVO DI LATTOSIO.  

Il ghee è burro che viene fatto fondere. Durante questo procedimento, che richiede passaggi ben precisi, viene eliminata l’acqua e la parte proteica del latte. Otteniamo così un grasso puro molto prezioso nella nostra alimentazione

Il ghee è molto utilizzato nell’alimentazione indiana e nelle cure proposte dalla medicina ayurvedica: è infatti utilizzato sia nell’alimentazione che nelle cure per il corpo.

Molto spesso consumiamo grassi in quantità elevate, senza pensare che alcuni fanno bene al nostro corpo ed altri no. 

Andrebbero evitati il più possibile i grassi saturi di origine animale (salumi, panna, burro non chiarificato, lardo) e idrogenati: si è visto in diverse ricerche che farne un uso sconsiderato aumenta il rischio di patologie coronariche e problemi a livello cardiovascolare.

In generale è meglio evitare i grassi saturi di origine animale e i “grassi vegetali idrogenati” (margarine). Il grasso che si trova negli alimenti confezionati e trasformati può essere a base di grassi idrogenati, che possono contenere grassi nella forma cosiddetta “trans”, che si è dimostrato essere in grado di aumentare il colesterolo totale e cattivo, e ridurre quello buono.

Allora per non ingrassare o incorrere in problemi di salute riduciamo drasticamente il consumo di grassima siamo sicuri di ridurre i grassi giusti?

Come capire se non consumi abbastanza grassi “buoni”

Le articolazioni si irrigidiscono e si gonfiano e la pelle diviene secca e squamosa. Le  unghie diventano morbide, screpolate o fragili. Questi sintomi potrebbero essere determinati da un’alimentazione cui manca il corretto apporto di grassi buoni. Resta tuttavia fondamentale consultare un medico per comprendere se il problema arrivi effettivamente dalla dieta.

Dove troviamo i “grassi buoni”?

Nell’olio extravergine di oliva e in quello di girasole, ma anche in frutti come l’avocado, e in altri alimenti vegetali (come nocciole, mandorle e pistacchi) e nel ghee. Il ghee grazie al particolare procedimento di creazione perde le qualità negative del burro e diviene un “grasso buono

 


Perché il ghee è considerato così prezioso da essere definito addirittura il "cibo degli dei"?

Il ghee è conosciuto in India da molto tempo e da sempre alla base della cucina indiana. Secondo l’Ayurveda purifica il corpo e la mente; è adatto a tutti i dosha, compreso, se utilizzato con con moderazione, kapha dosha.

Se ne parla già negli antichi testi vedici, dove è detto che per favorire sattva-guna, le qualità superiori, le divinità si nutrono principalmente di frutti e ghee e questo dona loro bellezza, longevità e salute.

La scienza oggi ha avvalorato le antiche credenze della medicina ayurvedica e scoperto le numerose proprietà positive del ghee: contiene moltissime vitamine e sali minerali, è povero di colesterolo e apporta grassi buoni nel nostro organismo. Approfondirò questo argomento nel prossimo articolo.

Indipendentemente dallo stile di vita che fai e da ciò che mangi o non mangi,
la pratica dello Yoga può offrirti molto;
ma se vuoi ottenere i benefici più profondi e duraturi,
prenderti cura di ciò che mangi è un elemento determinante.

 

All’interno dei Percorsi AmaYoga una parte importante è dedicata alle indicazioni sullo stile di vita e alla corretta alimentazione. Tutto quello che passo l’ho personalmente sperimentato.

Il ghee è entrato ormai da molto tempo a far parte della mia alimentazione.

Lo consiglio agli allievi che presentano uno squilibrio a livello di articolazioni, sistema digestivo, pelle… Occorre però, come sempre, considerare caso per caso per assicurarsi che sia giusto per la propria costituzione, al fine di utilizzarlo nel modo più adatto ad ognuno e dopo aver, se necessario, consultato il proprio medico o nutrizionista.

 

 

fluidità e vigore

Cosa dice oggi la scienza di questo superfood?

Lo sapevi che il ghee ti può aiutare a dimagrire, ma che non tutti dovrebbero mangiarne le stesse quantità?

Dove trovare il ghee e come farlo in casa?

Data l’importanza di questo alimento della pratica dello Yoga e dei benefici che esso può portare nell’alimentazione di tutti, nel post della prossima settimana ti spiegherò 

✅ cosa dice oggi la scienza di questo superfood

dove acquistare il ghee

✅ come farlo in casa seguendo il giusto procedimento

✅ ti racconterò anche alcune curiosità molto interessanti su questo prezioso alimento

✅ ti spiegherò come lo utilizzo nella mia alimentazione per non saltare neppure un giorno, perché è diventato per me parte integrante della mia alimentazione quotidiana

✅ infine alcune curiosità che arrivano dagli Stati Uniti e che hanno reso famoso questo alimento come coadiuvante nelle diete!

✅ ma attenzione all’utilizzo del ghee se si è in forte sovrappeso.

 

Di tutto questo e anche di più parla il post della prossima settimana. Se vuoi essere sicura di riceverlo iscriviti alla Newsletter AmaYogaLife subito!

Ti è piaciuto questo articolo? 
Condividilo con i tuoi amici migliori 👉🏻 gira loro il link qui sotto, mi aiuterai a diffondere la cultura dello Yoga ed uno stile di vita migliore.

www.amayogalife.com/yoga-cibo-degli-dei-superfood/

Grazie!
Namasté 🙏
Marcella 😊

Marcella Barillà

Marcella Barrilà

Maestra di Yoga
scopri chi sono cliccando qui

Un commento su “Il cibo degli dei – Superfood dello Yoga

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

FacebookInstagram