fbpx

Il 1° segreto dello Yoga per stare bene

Il 1° segreto dello Yoga per stare bene

Quando pensiamo allo Yoga pensiamo a qualcosa che calma la mente e ci fa stare bene: oggi ti svelo come fa.

Nell’articolo “3 respiri per essere liberi” ti ho parlato dell’importanza di un respiro libero e consapevole per il nostro sviluppo come Yogi e Yogini e come esseri umani completi.

Oggi voglio spiegarti come le tecniche di respirazione dello Yoga ti aiutano raggiungere questo respiro libero nella tua vita quotidiana. Ma soprattutto come un respiro libero è indispensabile per una mente calma e serena

Hai notato che quando siamo agitati o stressati il respiro cambia? Diventa più corto, più superficiale, a volte addirittura si interrompe! 

Quali effetti pensi possa avere questo sul tuo corpo e sulla tua mente? 

Il nostro corpo è una macchina perfetta che incessantemente nutre tutte le cellule in profondità.

La qualità di nutrimento però dipende dal tipo di energia che forniamo. Non è solo il cibo a fornire energia, ma naturalmente anche il respiro: si parla infatti di respiro cellulare.

Come ogni organismo le cellule nasconocrescono, si riproducono e muoiono, ma per farlo hanno bisogno di energia sempre disponibile e costante.

E il primo alimento è proprio l’ossigeno, grazie al quale si attiva tutto il metabolismo cellulare indispensabile per la nostra vita.

Interrompere o anche solo ridurre la quantità di ossigeno che arriva alle cellule può produrre danni, nel breve ma soprattutto nel lungo periodo.

Si pensa allora che fare dei bei grandi e profondi respironi possa risolvere la situazione…. 

Ma non funziona proprio così. 

Non è infatti la quantità di aria che entra a fare la differenza, ma la qualità del respiro.

Allora qual è il 1° segreto dello Yoga per stare bene?



Pranayama: le tecniche Yogiche di respirazione

Come ho spiegato più volte, lo Yoga si avvale di  un insieme di tecniche che portano ad un risultato finale

Uno degli otto stadi dello Yoga è proprio il Pranayama, costituito da particolari tecniche che attraverso il respiro guidano il praticante dal livello fisico a quello mentale e via via agli stadi più sottili.

Il 1° segreto dello Yoga per stare bene

Con le Asana (Posizioni dello Yoga) lavoriamo sul corpo, con il Pranayama lavoriamo sul respiro e sulla mente. Senza il Pranayama non otteniamo quella calma quella serenità mentale che è uno dei fattori principali per i quali gli allievi rimangono, continuano e persistono nella pratica dello Yoga

Avanzare nello Yoga non significa quindi eseguire posizioni sempre più complesse, ma inserire anche queste tecniche di respirazione nella propria pratica. 

In questo modo non saranno soltanto i giusti movimenti ad apportare benefici, ma anche il respiro corretto.

E così come una persona che pratica costantemente le Asana diventerà più flessibile, forte e resistente, allo stesso modo una persona che applicherà le giuste tecniche di respiro alla sua Sadana (pratica) raggiungerà una respirazione più libera ed efficace anche nella vita di tutti i giorni.

È per questo che praticare Yoga non significa fare ginnastica, e nemmeno eseguire i movimenti di contorsionismo per diventare super flessibili, come ti ho spiegato in questo articolo: “cosa NON è Yoga

Il lato fisico dello Yoga è importantissimo perché un fisico sano, forte e flessibile è di grande aiuto per proseguire verso i livelli più avanzati della pratica

Ma non ancora è questo il 1° segreto dello Yoga per stare bene. Continua a leggere e lo scoprirai….

Se ti sei persa gli articoli dedicati ai benefici dello Yoga da un punto di vista fisico, li trovi nel BLOG AmaYoga Life, ma puoi iniziare da questi tre:

– Yoga per articolazioni forti e flessibili

– Yoga per la regolarità intestinale

– Yoga per il mal di schiena

Praticare Yoga significa entrare piano piano nei livelli sempre più profondi della nostra consapevolezza, iniziando dal muoversi meglio, respirare meglio e comportarsi nel modo corretto con sé stessi e con gli altri.

Il 1° “segreto” dello Yoga è proprio questo, lo Yoga è l’unica disciplina che si occupa contemporaneamente di tutti gli aspetti importanti per stare bene:
– le giuste posizioni del corpo,
– le tecniche per una respirazione libera,
– l’attenzione ad una alimentazione responsabile,
– le indicazioni sul comportamento verso gli altri e noi stessi per una società migliore,
– le tecniche più sottili per raggiungere gli stati meditativi, la stabilità mentale e la felicità suprema.

Tutto in un’unica disciplina, grazie alla quale lo Yogi cresce e si sviluppa verso livelli di consapevolezza e gioia sempre più elevati.

Il lavoro sul corpo e sul respiro non è dunque che l’inizio.

Lo Yoga è una disciplina bellissima, se entra nella tua vita difficilmente la lascerai andare via.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento qui sotto.

Condividi l’articolo con i tuoi amici migliori inviando loro il link, aiutami a diffondere lo Yoga e un maggior benessere per tutti.

Se non lo hai ancora fatto, iscriviti alla Newsletter AmaYoga, per ricevere ogni settimana articoli sullo Yoga e su uno stile di vita più consapevole.

Namasté 🙏
Marcella 😊
Marcella Barillà

Marcella Barrilà

Maestra di Yoga
scopri chi sono cliccando qui

2 commenti su “Il 1° segreto dello Yoga per stare bene

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

FacebookInstagram